La palestra delle Terme di Nettuno

La palestra delle Terme di Nettuno 

Chi frequentava le grandi Terme di Nettuno poteva usufruire di una grande palestra a pianta rettangolare che era concepita come uno spazio aperto e scoperto racchiuso entro un portico in marmo su tre lati, mentre il quarto lato collegava con gli ambienti delle Terme. Nella palestra si praticavano i giochi con la palla, gli esercizi atletici e soprattutto la lotta. Proprio uno degli ambienti affacciati sulla palestra ha il pavimento a mosaico decorato con una scena di lottatori.

Una curiosità: nell’angolo sud-est della palestra si trova una bassa vasca-pediluvio, nella quale gli atleti potevano far riposare i piedi dopo gli esercizi ginnici.

La palestra delle Terme del NettunoLa palestra delle Terme del Nettuno Le Terme di Nettuno sono l’altro grande impianto termale di Ostia. Ma la sua eccezionalità sta negli straordinari mosaici pavimentali che decoravano i suoi ambienti: il mosaico di Nettuno, che dà il nome al complesso, nel quale è raffigurato il dio del mare alla guida di una quadriga di ippocampi lanciati al galoppo in mezzo a un corteggio di creature marine fantastiche e pesci; nell’ambiente adiacente un altro grande mosaico raffigura Anfitrite, la sposa di Nettuno, in groppa a un ippocampo mentre intorno nuovamente tritoni e altre creature marine fantastiche sfilano in una composizione dinamica; un altro grande ambiente vede nuovamente tante figure legate al mito e alle acque nuotare in mare insieme alla terribile Scilla, mostro marino molto temuto dai naviganti, che infatti brandisce un timone strappato a chissà quale nave che ha fatto naufragio.

 

Il mosaico dei Lottatori nelle Terme di Nettuno

Il Mosaico dei Lottatori si trova in uno degli ambienti attigui alla grande palestra delle Terme di Nettuno. In esso  sono raffigurati quattro gruppi di atleti che si allenano nella lotta. Gli atleti sono contraddistinti da un aspetto peculiare: hanno la testa rasata con la sola eccezione di un ciuffo, il cirrus, che li qualifica come atleti di professione. Sono raffigurati alcuni momenti della lotta. Il più intenso è quello che rappresenta il momento finale del combattimento, ovvero il momento in cui uno dei due atleti ha colpito l’altro che cade a terra. Terme del Nettuno - Mosaico con i lottatoriTerme del Nettuno - Mosaico con i lottatori

Gli atleti sono nudi, i tratti anatomici sono piuttosto sommari, ma nel complesso le figure sono ben proporzionate. Lo stile, rispetto a quello dei magnifici mosaici di Nettuno e di Anfitrite nei grandi ambienti delle terme, è decisamente più rude, tuttavia i mosaici sono stati realizzati anch’essi contestualmente alla costruzione del complesso, indicativamente intorno al 139 d.C.