Grandi Horrea

Pannello 30 - Ubicazione

Il più grande edificio commerciale ostiense è datato tradizionalmente all’età dell’imperatore Claudio (41-54 d.C.), anche se recenti studi ne hanno proposto un primo impianto nel I secolo a.C. Era caratterizzato da un cortile porticato con colonne di tufo (B), intorno al quale su tre lati erano disposte le cellae (ambienti per lo stoccaggio) (C).

Pannello 30 - Figura 1Disegno ricostruttivo degli Horrea visti da nord
(I. Gismondi)

Fu completamente ristrutturato tra la fine del II e gli inizi del III secolo d.C., quando furono rifatte le murature in laterizi, furono aggiunte due file parallele di cellae al centro del cortile e fu costruito il primo piano.

In quest’epoca i pavimenti di tutte le cellae vennero rialzati mediante suspensurae (pilastrini di mattoni), che fungevano da intercapedini per isolare dall’umidità il grano immagazzinato.

Pannello 30 - Figura 2Particolare di una suspensura Pannello 30 - Figura 3Statuette in terraccotta dei saccarii, lavoratori portuali che si occupavano dello scarico e del trasporto delle derrate alimentari

Vedi anche: