Mitreo di Felicissimo

Pannello 34 - Ubicazione

Questo luogo di culto, dedicato alla divinità orientale Mitra, fu impiantato nella seconda metà del III secolo d.C. in un precedente edificio di incerta funzione.

Dotato originariamente di due podia (banchine) e di un altare, presenta un pavimento in mosaico, in cui sono rappresentati un cratere e un altare con fiamma, che rimandano all’uso dell’acqua e del fuoco nell’ambito del rito.

Al di sopra sono raffigurati due berretti frigi, mentre il mosaico del corridoio è articolato in sette scomparti che alludono ai gradi di iniziazione al culto e ai pianeti a essi collegati.

Nell’ottavo scomparto è invece l’iscrizione che ricorda il fedele (Felicissimus) che costruì l’edificio, il cui aspetto doveva essere simile a quello di altri mitrei ostiensi.

Pannello 34 - Figura 2Dettaglio dell’iscrizione a mosaico Pannello 34 - Figura 4Dettagli di alcuni dei simboli mitraici rappresentati sul mosaico
Pannello 34 - Figura 1Planimetria con mosaici
(G. Becatti, A. Pascolini)
Pannello 34 - Figura 3Dettagli di alcuni dei simboli mitraici rappresentati sul mosaico

Vedi anche: