Caupona di Alexander e Helix

Pannello 88 - Ubicazione

Questo edificio occupò, intorno alla metà del II secolo d.C., la torre e gli ambienti che fiancheggiavano ad est Porta Marina, all’epoca ormai in disuso.

Nella prima fase costruttiva l’edificio si presentava come una semplice bottega, aperta sul Decumano mediante un’ampia porta con soglia.

Pannello 88 - Figura 2Mosaico con raffigurazione di Venere Pannello 88 - Figura 3Mosaico con rappresentazione di figure grottesche danzanti

Nel III secolo d.C. la bottega fu trasformata in una caupona (osteria) con l’aggiunta di vasche e banconi di vendita rivestiti in marmo.

Alla stessa epoca risalgono i pavimenti in mosaico, in cui sono rappresentati una Venere nuda, due figure grottesche danzanti e due pugilatori pronti al combattimento, identificati dalle iscrizioni come Alexander e Helix.

Pannello 88 - Figura 1Mosaico con raffigurazione di Alexander e Helix

Vedi anche: