Domus dei Dioscuri

Pannello 81 - Ubicazione

La casa fu realizzata nel IV secolo d.C. apportando modifiche a una precedente insula (abitazione) che faceva parte delle Case a Giardino.

Pannello 81 - Figura 1Pianta della domus con mosaici
(L. Giammiti)

L’edificio, separato dalla strada da un lungo muro e sviluppato almeno su due piani, è articolato in un settore residenziale (A-G) e in un settore termale (H-L) collegati da un ambiente di passaggio.

Pannello 81 - Figura 2Sezioni ricostruttive della domus
(E. Subias Pascual)

Dal vestibolo (B), attraverso un cortile aperto (C), si passa in un corridoio a L (D), sul quale si apre una sala di ricevimento (E) decorata con un mosaico policromo raffigurante i Dioscuri (i gemelli divini protettori del commercio).

Sempre dal corridoio si accede a un salone di rappresentanza (F) decorato da un mosaico policromo che rappresenta Venere, da cui si raggiungono gli ambienti privati (G).

Pannello 81 - Figura 3Dettaglio del mosaico con i Dioscuri Pannello 81 - Figura 4Disegno ad acquerello del mosaico di Venere
(L. Giammiti)

È stata avanzata l’ipotesi che il proprietario della casa fosse Volusiano Lampadio, prefetto urbano nel 365-366 d.C.

Vedi anche: